L'addebito della separazione non contrasta con l'affidamento 

dei figli al genitore cui la separazione è stata addebitata. - Cass. sez. I, 22 dicembre 2004, n. 

23786

L'addebito della separazione non contrasta con l'affidamento dei figli al genitore cui la separazione è stata addebitata. - Cass. sez. I, 22 dicembre 2004, n. 23786

mercoledì, 22 dicembre 2004
Giurisprudenza | Addebito della separazione | Legittimità

- Affidamento dei figli -
In tema di separazione personale i provvedimenti di affidamento della prole prescindono dalle responsabilità dell'uno o dell'altro coniuge nell'aver reso intollerabile la prosecuzione della convivenza, dovendo essere adottati con esclusivo riferimento all'interesse morale e materiale dei figli. Ne consegue che la declaratoria di addebito per infedeltà e l'esistenza di un nuovo legame affettivo del genitore affidatario, quand'anche risoltosi, dopo la cessazione della convivenza coniugale, nella coabitazione more uxorio presso la casa familiare, ove non pregiudizievoli per i figli, non possono assumere di per sé soli valenza ostativa al loro affidamento al genitore cui sia stata addebitata la separazione.

Focus on