Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • mercoledì 16 aprile 2008

    Accertamento giudiziale della paternità in caso di morte del presunto padre - Cass. sez. I, 16 aprile 2008, n. 10051

    Qualora il presunto padre sia deceduto la prova della paternità naturale può legittimamente fondarsi sul rifiuto dei fratelli di lui a sottoporsi ad accertamenti immunoematologici

    Correttamente il giudice di merito, accertata l’esistenza di una relazione tra la madre e il presunto padre naturale, ritiene raggiunta la prova della paternità naturale di questo, deceduto anteriormente al giudizio, sulla base del rifiuto dei fratelli di lui a sottoporsi ad accertamenti ematologici. Infatti anche l’accertamento sui congiunti del presunto padre avrebbe potuto offrire, con la prova del rapporto di parentela, elementi tali da contribuire al convincimento del giudice.