Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • sabato 31 ottobre 2009

    L'affidamento condiviso

    L-affidamento condiviso

    Alessandra Arceri
    L’affidamento condiviso.
    Nuovi diritti e nuove responsabilit.à nella famiglia in crisi
    Ipsoa (Nuovi percorsi di diritto di famiglia), 2007

    <Con questo libro Alessandra Arceri  cerca di fornire soluzioni ragionate  ed equilibrate, come evidenziato dal  Professor Sesta nella “presentazione”.  L’autrice, infatti, partendo dalla  genesi e dai principi che hanno ispirato  la riforma, affronta in maniera  chiara e precisa in primis tutti gli  aspetti sostanziali, più precisamente  la continuità del ruolo parentale, il  diritto del minore alla bigenitorialità,  il concetto di interesse del minore,  l’applicazione di tale legge in  casi particolari come ad esempio  l’affidamento di più fratelli, o del nascituro;  la distinzione tra questo tipo  di affidamento e le altre figure preesistenti:  il congiunto e l’alternato; la  nozione di affidamento monogenitoriale  dopo la riforma, i presupposti  che spingono il giudice a scegliere  l’affidamento esclusivo e soprattutto  non trascura di analizzare sia l’esercizio  della potestà che rimane ad  entrambi i genitori e sia gli aspetti  personali e patrimoniali dell’affidamento.  Nella seconda parte del libro,  sono invece spiegati gli aspetti processuali  e penali dell’affidamento  dei minori, si parte cioè dal diritto  del minore ad essere ascoltato, previsto  già dalle fonti internazionali,  quindi un’analisi dell’applicazione  di tali norme nel nostro ordinamento,  la posizione del minore nel processo,  l’obbligo di audizione di quest’ultimo,  le modalità e le conseguenze  dell’omessa audizione; vengono  poi analizzati gli aspetti essenziali  dell’istituto della mediazione  familiare come emergenti dalla nuova  legge, per poi finire con l’affrontare  il regime delle impugnazioni, le  controversie sulla potestà e le varie  disposizioni penali.    
    Il lavoro è scorrevole e stimolante.  La ricchezza dei contenuti, inoltre è  testimoniata dalla ricchissima bibliografia.  La lettura del volume è  particolarmente consigliata a coloro  che devono quotidianamente applicare  le nuove norme. (Cristiana  Ubaldi)