Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 27 ottobre 2017

    Se i due coniugi hanno vissuto autonomamente 30 anni dopo la separazione prima di chiedere il divorzio non sussistono i parametri per l'assegno divorzile. Cass. 25327 del 25 ottobre 2017.2017

    Secondo i nuovi parametri indicati nella nota sentenza del maggio scorso in materia di assegno divorzile, esso non è dovuto se vi sia una buona capacità economica di entrambi, a prescindere dal tenore di vita tenuto in costanza di matrimonio, che non è più considerato come tale parametro principale di valutazione per il riconoscimento dell'obbligo.
    I coniugi dalla separazione, avvenuta nel 1982, sino al 2012,avevano condotto vite separate ed ed economicamente autonome, pertanto era da escludersi che vi fosse titolo a ricollegare la richiesta di assegno divorzile della donna relativa al tenore di vita tenuto dalla coppia per i due anni di matrimonio, essendo indimostrabile che la stessa non fosse stata autonoma economicamente per i trenta anni precedenti, avendo comunque svolto attività che, se anche precarie, erano state oggettivamente adeguate a garantirle un'indipendenza economica.