Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 22 settembre 2017

    Se i coniugi non convivono più il tradimento non comporta addebito. Cass. 20 settembre 2017 n. 21859

    Ribadito il principio che la violazione dell'obbligo di fedeltà, per dare luogo all'addebito della separazione, deve avere assunto efficacia causale nel determinarsi della crisi del rapporto coniugale.

    Ove la convivenza tra i coniugi sia già venuta meno,  la pur provata relazione extraconiugale non può dar luogo a pronuncia di addebito.