Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • mercoledì 20 settembre 2017

    Prevale il diritto alla prova se l'interesse è attuale e concreto, rispetto alla riservatezza. TAR Bari 29 settembre 2016

    La vicenda è di interesse in quanto il procedimento amministrativo si inserisce come questione preliminare pregiudiziale necessaria all'acquisizione agli atti del procedimento "familiare" di mezzi di prova necessari.
    La Capitaneria di Porto aveva negato alla moglie l'accesso agli atti relativi alla licenza di pesca rilasciata ai coniugi in assenza del consenso del marito.
    Per il Tribunale Amministrativo l'acquisizione della documentazione richiesta è strumentale alla difesa dei propri interessi giuridici nel procedimento di scioglimento della comunione e pertanto non può essere negata.
    L'eventuale diritto alla riservatezza è destinato a recedere di fronte alla necessità di diretta difesa giudiziale di un diritto.