Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • sabato 16 settembre 2017

    Il rigetto della domanda di divorzio per intervenuta riconciliazione fra coniugi travolge ogni provvedimento precedente, anche economico, che quindi non può più essere fatto valere. Cass. ord. n° 21345 del 14 settembre 2017.

    La Cassazione precisa che una volta divenuta definitiva la sentenza che riconosce l'avvenuta riconciliazione fra i coniugi, essa fa venire meno anche tutte le disposizioni precedenti relative alla sentenza di separazione che erano state assunte nell'ottica dello status di separati dei coniugi. Pertanto non è più possibile la revivescenza dei provvedimenti in punto economico, relativi al periodo precedente la sentenza definitiva di riconoscimento di avvenuta riconciliazione fra le parti.