Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 8 settembre 2017

    Il coniuge che resta illegittimamente nell'ex casa coniugale è tenuto al risarcimento del danno – Cass. 6 settembre 2017 n. 20856

    Il coniuge, nonostante una pronuncia di separazione che escludeva ogni diritto dello stesso alla permanenza nell'ex casa coniugale, rimaneva nell'immobile. Controparte formulava richiesta di risarcimento del danno in re ipsa: la Corte di Cassazione conferma il diritto al risarcimento del danno, specificando che l'esistenza del danno nel caso di occupazione senza titolo è una presunzione iuris tantum che in teoria potrebbe essere vinta da idonea prova contraria e che l'ammontare del danno deve essere indicato dall'attore almeno mediante presunzioni.