Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 8 settembre 2017

    Per l'an e il quantum dell'assegno di mantenimento del coniuge separato occorre valutare in concreto le condizioni ambientali – Cass. 20 luglio 2017 n. 17791

    La Suprema Corte, nel decidere il ricorso presentato dal marito che contestava sia la concessione di un assegno di mantenimento nei confronti della moglie separata e sia il suo importo, afferma che l'attitudine al lavoro del coniuge è rilevante solo se venga riscontrata in termini di effettiva possibilità di svolgimento di un'attività retribuita, non potendosi limitare la valutazione a mere possibilità ipotetiche ed astratte.