Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 21 luglio 2017

    Qualora la notifica della cartella esattoriale venga eseguita nelle mani di un familiare convivente con il contribuente, non va inviata a quest' ultimo la seconda comunicazione di avvenuta notifica. Commissione Tributaria, sent. 166 del 25 gennaio 2017

    La raccomandata a/r contenente una cartella di pagamento può essere consegnata a un familiare convivente con il debitore senza necessità di inviare, a quest'ultimo,una seconda comunicazione come avviene, invece, per la notifica di un atto giudiziario.Nel caso di specie viene utilizzata la disciplina del servizio postale ordinario anzichè quella della notifica degli atti giudiziari per questo tipo di comunicazioni.