Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 8 giugno 2017

    Best interest dei figli nell'affido esclusivo al padre, se la madre è oggettivamente paranoica e oppositiva ad ogni soluzione prospettata dal Tribunale, dal Servizi sociali e dalle CTU. Tribunale di Roma, sent. gennaio 2017.

    La donna, madre di due figli, non riesce ad essere collaborativa e funzionale nelle disposizioni datele dalle valutazioni del Tribunale e della CTU. Si mantiene aggressiva e svalutante nei confronti dell'ex partner anche davanti ai figli. Il suo comportamento processuale è stato contraddistinto da chiusure e opposizioni , avendo ella dato corso a comportamenti di tipo “paranoico” non solo verso l’ex compagno, ma anche verso la stessa Ctu, la psicodiagnosta, la Ctp di controparte, la casa famiglia presso la quale si è fatta accogliere e da cui si è subitamente allontanata, inveendo contro gli operatori e dichiarando ci fosse l'uso di picchiare i bambini con il bastone.
    al momento il padre, ad onta del passato (su cui non è peraltro possibile assumere una posizione definita per mancanza di elementi certi), ha dato "dimostrazione di equilibrio, ed appare in grado di relazionarsi con i figli in modo affettuoso e sintonizzarsi sui loro bisogni". Si è di fronte ad un genitore che appare al momento "idoneo, sufficientemente equilibrato, dotato delle risorse intrapsichiche necessarie per elaborare il proprio vissuto e prendere atto degli errori passati trasformando i propri comportamenti, e che in ogni caso risulta capace di una relazione positiva con i figli."