Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • martedì 18 aprile 2017

    Il diritto di un genitore al rimborso delle spese di mantenimento del figlio decorre dal riconoscimento. Cass. sent. 9059 del 7 aprile 2017.

    Una madre richiedeva il pagamento delle spese sostenute per il mantenimento della figlia, nata nel 1971 ma riconosciuta da padre sono nel 2003. La Cassazione riconosceva alla donna un diritto al rimborso per via equitativa. "L'obbligo dei genitori di mantenere i figli sussiste per il fatto di averli generati e prescinde da ogni domanda proposta, essendo sorto fin dalla nascita il diritto del figlio ad essere mantenuto, istruito ed educato nei confronti di entrambi i genitori e quello dei due che ritarda il riconoscimento, o che obbliga l'altro, in rappresentanza del figlio, a chiedere la dichiarazione giudiziale, non può allegare a proprio vantaggio il ritardo stesso"