Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 20 aprile 2017

    La moglie assegnataria della casa familiare non è tenuta al pagamento della quota delle spese straordinarie di amministrazione. Cass. sent del 20 aprile 2017 n° 9998

    La moglie affidataria dei figli minori alla quale è stato assegnato l'appartamento non deve restituire all'ex marito proprietario della casa i soldi pagati per importanti lavori straordinari nell'edificio. La delibera dell'assemblea condominiale che li aveva approvati, infatti, era stata approvata mesi prima rispetto alla data del provvedimento del giudice che assegnava alla donna la casa come affidataria dei figli della coppia dopo la separazione.
    La Cassazione in proposito precisa che, a prescindere dall'assegnazione della casa alla donna e dal beneficio che essa possa aver tratto dai lavori di ristrutturazione del condominio, l'obbligo di pagare le spese per le parti comuni del condominio in cui si trova l'appartamento grava esclusivamente su colui che, al momento della delibera assembleare, era proprietario dello stesso.