Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • sabato 22 aprile 2017

    Si è riunito a Roma il coordinamento di ONDiF che ha deliberato alcune importanti modifiche dello Statuto dell’associazione.

    Si è riunito a Roma il coordinamento di ONDiF che ha deliberato alcune importanti modifiche dello Statuto dell’associazione.
    Per coerenza con l’art. 3 del regolamento n. 4 del 2014 del Cnf, l’associazione, sia pure nei limiti di un terzo dei soci, sia a livello territoriale di sezione, sia a livello nazionale, ha deliberato di aprirsi ad altre professionalità, non conservando l’esclusività dei soci iscritti all’Ordine degli Avvocati.
    In relazione ai criteri di voto delle Sezioni locali all’interno del Coordinamento, si è conservata con larga maggioranza il diritto di un voto per ogni sezione, mentre si è consentito più largamente l’uso della delega di un rappresentante di sezione anche verso soci di altra sezione (e non solo con soci della propria sezione), limitando la possibilità dei presenti al coordinamento di ricevere un massimo di tre deleghe.
    Infine il Presidente ha presentato le prossime iniziative formative nazionali:
    - con la collaborazione dell’Avv. Franca Ferrara e con il coordinamento scientifico della Prof. Giovanna Falzone di Cagliari è stato presentato il nuovo corso sulle successioni, che sarà tenuto nel mese di giugno, attraverso tre incontri a Roma;
    - con il coordinamento scientifico dell’Avv. Matilde Giammarco, che sarà coadiuvata dall’Avv. Claudia Romanelli e dall’avv. Michela Labriola, sarà tenuto un  laboratorio su “Negoziazione assistita e mediazione familiare”: tecniche e strategie” , con due incontri  a Roma;
    - con il coordinamento scientifico del Prof. Salvatore Patti e del prof. Claudio Cecchella, in attesa del finanziamento richiesto alla Cassa Avvocati, sarà organizzato un corso su “La famiglia e i minori alla Cedu, profili sostanziali e processuali”, nel quale sarà sperimentata la nuova modalità di estensione locali mediante streaming in diretta, oltre allo svolgimento diretto in una sede e in un periodo che sarà comunicato.
    Resta fermo che a partire dalla metà di settembre prenderà le mosse il corso biennale per la specializzazione in compartecipazione con la Scuola Superiore dell’Avvocatura e l’Università di Roma3.
    Nei prossimi giorni saranno più precisamente comunicati i particolari e le modalità di iscrizione ai nuovi corsi