Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 6 aprile 2017

    Permane l'affidamento delle minori ai servizi sociali, se la situazione fra i genitori è sempre conflittuale. Corte di Appello di Roma, sent. n° 1927 del 23 marzo 2017.

    Dopo sei lunghi anni di conflitti processuali fra coniugi in merito alla separazione, con accesi contrasti per motivazioni economiche, contestazione di addebito ed enormi differenze nell'educazione delle figlie minori, la Corte di Appello di Roma, dando atto del notevole sforzo di tutti gli enti coinvolti nel processo di riavvicinamento delle minori al padre,  ritiene ancora non raggiunto il momento di cessazione dell'intervento dei Servizi Sociali nel caso di specie. Non essendosi arrestati i tentativi della madre di interrompere i rapporti fra padre e figlie, la Corte di Appello mantiene pertanto l'affidamento delle stesse ai Servizi sociali competenti, con frequentazioni protette del padre delle bambine, concedendo allo stesso maggiore tempo per stare con le figlie, per riallacciare il rapporto con loro dopo anni di palese condizionamento subito dalle bambine dalla madre e dai nonni materni.