Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 17 febbraio 2017

    Stipulata a Roma il 14 febbraio 2017 la convenzione tra l'Osservatorio e la Scuola Superiore dell'Avvocatura per i Corsi di Alta Formazione

    In attesa che il Consiglio di Stato, all’esito della udienza fissata per il novembre 2017, detti i destini delle specializzazione dell’Avvocatura, sotto lo stimolo delle Associazioni specialistiche, come l’Osservatorio, il Consiglio Nazionale forense ha ritenuto comunque di avviare una stagione feconda di formazione specialistica a cui attingerà, secondo la giurisprudenza e la legislazione del momento, il regime transitorio, nell’attribuzione del titolo di specialista. 

    In tale direzione l’Osservatorio ha siglato un protocollo con il C.n.f. per avviare, sulla scia del triennio passato, una scuola Nazionale di Alta formazione specialistica, che si faccia iniziatrice di un  corso biennale di specializzazione in diritto di famiglia, in gestione comune con il Dipartimento di giurisprudenza di Roma3, con cui è stata già perfezionata una convenzione e in linea con le normative del decreto ministeriale. La convenzione e il regolamento costituiscono la disciplina di base del nuovo corso che sarà offerta agli avvocati. Oltre ad un corso centrale, per le sezioni interessate saranno avviati dei corsi locali in video conferenza; ad entrambi i corsi potranno partecipare un numero prestabilito di avvocati selezionati con criteri indicati nel regolamento, primo fra tutti l’aver già frequentato un corso della Scuola nazionale. Il corso sarà istituito non appena sarà costituito il Comitato scientifico e di gestione, in condivisione tra Osservatorio, Università e C.n.f. Sulle modalità di iscrizione e partecipazione sarà data immediata notizia agli iscritti non appena sarà possibile, alla luce delle delibere di tali organi. E’ nelle more intenzione dell’Osservatorio istituire brevi corsi, sui aspetti specifici, per l’acquisizione dei requisiti necessari a partecipare al corso biennale. Se ne darà presto notizia nelle news, nel sito e con comunicazioni dirette agli iscritti.