Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 3 febbraio 2017

    Le decisioni del coordinamento del 28 gennaio 2017 sulla formazione specialistica.

    In attesa dell’esito della impugnativa avverso il d.m. n. 144 del 2015 sulle specializzazioni, dopo la sentenza  del T.a.r. Lazio del 14 aprile 2016, che lo ha in parte annullato, impugnata dal Ministero e che sarà discussa nel novembre 2017 innanzi al Consiglio di Stato, il Consiglio Nazionale forense, tramite la Scuola Superiore dell’Avvocatura, ha avviato un protocollo con le associazioni specialistiche, di cui si unisce il testo, a cui anche l’Osservatorio aderirà. Questa è la decisione dell’esecutivo e del coordinamento della nostra associazione nella riunione del 28 gennaio 2017, come anche la immediata organizzazione, in compartecipazione con la stessa Scuola Superiore e l’Università di Roma3 di cui l’Osservatorio è partner per convenzione già sottoscritta, di un nuovo corso biennale, in rigorosa osservanza dei requisiti stabiliti dal d.m. e dal protocollo. Il corso costituirà un nuovo ciclo autonomo rispetto a quello triennale già svolto, secondo quando deliberato dal coordinamento. L’esito del corso triennale del passato sarà comunque oggetto di interessamento dell’Osservatorio, per una valorizzazione futura ai fini della specializzazione in regime transitorio, pur in un contesto normativo molto incerto. L’11 febbraio si terrà ancora a Roma una riunione del Consiglio della Scuola e dell’esecutivo, al fine di fissare il programma, le docenze e le date, nonché i costi, per la partecipazione del nuovo corso biennale, a cui saranno invitati tutti gli associati.