Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 13 gennaio 2017

    Audizione dell’Osservatorio alla Commissione giustizia del Senato.

    E’ iniziata la discussione in Commissione Giustizia del Senato sul disegno di legge delega per la riforma del processo civile, già approvato alla Camera dei Deputati, al cui interno sono contenuti i principi direttivi per la riforma ordinamentale e di rito delle controversie familiari e minorili, di cui è stata data notizia in precedenti news e nella rivista. Nel contesto dell’iter parlamentare l’Osservatorio, insieme a Cammino e Camere minorili è stato invitato ad un’audizione, rappresentando l’iter che, grazie anche all’intervento della Commissione famiglia del C.n.f., presieduta dalla nostra associata Avv. Maria Masi, ha consentito di elaborare un progetto unitario alterativo a quello ministeriale, già condiviso dall’Osservatorio e da Cammino e in fase di approvazione da parte di Aiaf. L’Unione camere minorili, pur condividendo in larga parte il progetto, ha voluto distinguersi su alcun aspetti, come la nomina del difensore tecnico del minore e la partecipazione dei difensori delle parti all’ascolto, previsti nel progetto unitario. L’Aiaf sta procedendo all’approvazione del progetto unitario e dovrebbe esprimersi il 21 gennaio p.v. La Commissione in persona del Presidente e della relatrice Sen. Filippin ha accolto con molto interesse l’apporto unitario delle associazioni specialistiche e la loro elaborazione, unità che costituisce un importante novità in seno all’Avvocatura familiarista. Il senatore Chiavaroli, sottosegretario alla Giustizia, ha fissato per il 31 gennaio un incontro con i rappresentanti delle Associazioni al Ministero, invitando le stesse a confrontarsi con le associazioni dei Magistrati e auspicando un elaborazione comune definitiva. Risultato questo che potrebbe condurre ad un stralcio del disegno di legge e ad un recepimento del progetto offerto dagli avvocati, come evidenziato dalla relatrice al disegno di legge e dal sottosegretario.
    Il progetto è stato consegnato al Presidente della Commissione.”