Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • sabato 19 dicembre 2015

    La legge di stabilità 2016 approva il Fondo a tutela del coniuge in stato di bisogno. Il testo definitivo della legge di stabilità 2016 sarà all'esame del Senato lunedì 21 dicembre 2015.


    In materia di diritto di famiglia, la legge di stabilità per il 2016, in vigore dal 1 gennaio, istituisce un apposito fondo di solidarietà statale pensato proprio per consentire l’anticipo delle somme che sarebbero dovute a titolo di mantenimento, c.d."Fondo a tutela del coniuge in stato di bisogno" con una dotazione di 250mila euro per il 2016 e di 500mila euro per il 2017.

    Ciò per venire incontro alle necessità basilari di vita dei destinatari rimasti privi dei rispettivi assegni di mantenimento.

    Tuttavia, la costituzione del nuovo fondo statale non toglie l’illecito penale, né cancella l’obbligo al versamento degli importi non pagati e di quelli futuri, ma servirà a tutelare le necessità primarie di vita dei beneficiari.

    Rimane salvo, ovviamente, il diritto di rivalsa da parte dello Stato nei confronti del coniuge obbligato al pagamento.

    In allegato il testo dell'emendamento.