Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 17 dicembre 2015

    Unioni di fatto ed adozioni internazionali

    Lo scorso 15 dicembre presso la Camera dei Deputati si è tenuto il Convegno organizzato dal Consiglio Nazionale Forense nel corso del quale è stato condiviso un documento approvato lo scorso 23 ottobre, diretto a sensibilizzare le forze politiche in merito all'esigenza di garantire la tutela della vita privata e familiare delle coppie di fatto, tanto eterosessuali quanto omosessuali. Tale documento è stato presentato da Maria Masi, Consigliera Nazionale e coordinatrice della commissione Famiglia e delle Pari Opportunità.
    L'intento è quello di chiarire e mettere in evidenza l'importanza della persona umana nel nostro ordinamento giuridico, sottolineando come tra i diritti inviolabili dell'uomo debbano essere ricompresi: l'espressione della propria identità e del proprio orientamento sessuale, con espresso riferimento all'art. 3 della Costituzione, nonché al principio espresso dalla Consulta con sentenza n 138/2010 in merito al riconoscimento giuridico delle coppie omosessuali, quali formazioni sociali ai sensi dell'art 2 Cost. 
    Il CNF con la newsletter n 280 del 16 dicembre 2015 ha comunicato l'avvio di una collaborazione con la Commissione per le Adozioni Internazionali (CAI), diretta a promuovere la tutela  e la salvaguardia della continuità affettiva dei minori coinvolti in procedimenti di adozione.